22 gennaio 2008

pere e cioccolato


Questa notte ho fatto una torta, di cui vado piuttosto fiero... è la prima volta che mi avventuro in cucina "a naso", e non seguendo pedissequamente una ricetta.

Attenzione: contiene considerazioni che nascono in seguito alla mia deformazione professionale.

Per la frolla, a memoria, eh:
- 250 g di farina 00
- 1 uovo
- 80 grammi di zucchero
- 125 grammi di burro
- una bustina di vanillina
- un pizzico di sale
- birra

Sbattere burro e zucchero, pizzico di sale, vanillina, aggiungere l'uovo, e la farina poco alla volta. io mescolo tutto a cucchiaio finchè non diventa solido abbastanza. Lavorare poco la pasta, il meno possibile. Mettere la pasta in frigorifero per almeno un'ora (meglio se già stesa e bucherellata nella tortiera preimburrata e infarinata).
Bere la birra mentre si attende...

Per la crema pasticcera al cioccolato, sempre a memoria:
- due cucchiai di farina
- quattro cucchiai di zucchero
- due tuorli
- mezzo litro di latte
- 100 g di cioccolato fondente

Grattuggiare il cioccolato senza fare i miei stessi danni (che ho trovato scaglie di cioccolato davvero ovunque). Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema biancastra e uniforme, aggiungere poco alla volta la farina continuando a sbattere. Aggiungere il cioccolato a questa massa informe fino ad ottenere una pallocca ingestibile. Nel mentre avrete messo a scaldare il latte, quando bolle mettere la pallocca nel latte (o il latte sulla pallocca). Quindi mettere sul fuoco continuando a mescolare con un cucchiaio per evitare che una parte si incolli al fondo. Mettere quindi il risultato quando abbastanza sodo in un recipiente sottile o conduttivo nell'acqua fredda per arrestare la cottura, e poi nel frigorifero.

Cottura della pasta
Stendere un foglio di alluminio al centro della torta, in modo da far cuocere meno la parte dove andrà la crema pasticcera. Io ho una teglia rotonda, quindi prendo un foglio di alluminio, lo piego in 2, quindi 4, 8, 16. Ottengo un triangolino, taglio all'apotema in modo da approssimare il cerchio con un poligono regolare a 16 lati e quindi lo metto sulla pasta. Andrebbe coperto di legumi secchi... ma vabbè, si fa anche senza.
Mettere nel forno preriscaldato a 200 gradi per 25-30 minuti.

A pasta frolla fredda, ci si mette la crema (fredda e solida) e le pere tagliate (a ventaglio è certamente il modo più veloce, non si rischia di perdere pezzetti in giro per la cucina)

ok, smetto di far la Cesira della situazione e torno a pulire i disastri che ho fatto per portare a termine l'impresa.

7 commenti:

Lele ha detto...

Ma, alla fine, la birra l'hai finita o no????

arry ha detto...

@lele: la seconda si, la terza mi sembra che ne fosse avanzata ancora un mezzo bicchiere...

Milena ha detto...

Mmmm bella a vedersi e deve anche essere buona....sempre che ti piacciano le pere.
Cmq descrizione impeccabile :)

Anonimo ha detto...

cavolo! Ebbravoarry! :DD

OrsALè

Anonimo ha detto...

ma sei bravissimo!!!!
non è che mi tieni un corso di cucina???

Marty

arry ha detto...

@milena, orsalè: ieri sera l'ho portata a un aperitivo di un'associazione, chi l'ha assaggiata ha detto che era molto buona (anche se mi hanno detto che ho messo troppo burro).
@marty: prima devo seguire io un corso su come non sporcare (e parecchio) 9 metri quadri per fare una torta.

Gatadaplar ha detto...

Mi hai fatto morire dal ridere, con la "pallocca" :DDD
Bravo!!!! 10 e lode per la torta!
Se hai voglia, ti ho invitato a un memè, vienimi a trovare! :D
Abbracci