11 maggio 2007

Ultimi lavori...

Speriamo che inizino, in questi giorni. A inizio giugno il rogito (o atto notarile), e... 10 a 1 che i lavori non saranno ultimati, per cui ulteriore casino sulle cartacce da produrre: il notaio dovrebbe trattenere una somma da consegnare al costruttore al momento dell'ultimazione dei lavori.

Ma la considerazione del giorno è sulla marche da bollo. Come tutti pago le marche da bollo con il mio reddito già tassato, e... beh, tasse pagate con denaro già tassato mi insegnano non essere cosa bona e giusta. E di bolli ne pagherò (e ne ho già pagati) parecchi: se per le spese medico-sanitarie ho la deducibilità del 19%, perchè non è possibile avere un meccanismo simile con le marche da bollo? Basterebbe una traccia delle marche da bollo acquistate (come il ricetta+scontrino fiscale per le spese mediche) e rendere le marche da bollo deducibili irpef.

Ricapitolando: nel 730 (redditi 2007) del 2008 avrò deducibili:
- le spese di ristrutturazione dell'immobile acquistato, in misura del 36% fino al 25% del prezzo dell'immobile, con tetto massimo di 48000 euro. Contorto, ma.. si capisce, no?
- agenzia immobiliare, 19% fino ad un tetto massimo di 1000 euro.
- 19% (ma non sono sicuro se è proprio 19) sugli interessi passivi del mutuo.

ma le marche da bollo no, uff!

1 commento:

giuli ha detto...

No, beh, scusa.... non mi puoi cadere su una cosa del genere!
Non tu!
Il rogito è una black box.... dovresti saperlo!