9 aprile 2009

pane e volpe

Esco dall'ufficio.
Prendo il treno.
Apro il portatile.
Ho un'idea che mi frulla in testa.
Va implementata.
Scusi, in che stazione siamo?
Lissone.
Come, Lissone?

Lo stordito è arryvato a Sarty con di mezzo... uhm... un'ora di sosta nella stazione di Monza...

1 commento:

Gatadaplar ha detto...

Bè... l'anno scorso dovevo tornare da Ancona.
Una mia carissima collega mi accompagna in stazione e molto carinamente mi tiene compagnia fino a che arriva il treno...
Parla che ti parla il treno non arriva, ma non ci preoccupiamo perchè sai... i soliti ritardi...
Poi notiamo che le facce intorno a noi sono cambiate. Passa un controllore e lo fermiamo "Scusi, ma il treno per Fabriano non passa questa sera?" "..." "E' in ritardo?" "... signorine (wow!!!)... il treno è passato 10 minuti fa, ha caricato, scaricato ed è ripartito!!!" ....... penso di aver raggiunto il limite massimo della rincoglionitaggine... ^____^