11 novembre 2008

spazzolino

(NB: dialoghi adattati per una versione cartacea)

qualche tempo fa:
m: hai visto il tuo spazzolino?
a: si, è in bagno!
m: no, dico, hai visto bene il tuo spazzolino?
a: sì, perchè?
m: non c'ha il cappuccio. lo sai che poi la zoe salta sul mobiletto e non è igienico...
a: toh guarda questa gatta, l'ho vista che armeggiava, eh... avrà tolto lei il cappuccio... no, eh?

qualche giorno dopo...
a: argh... ahia... zoe... ahia...
m: che fa?
a: secondo me c'ha un artiglio opponibile, tutte le volte mi graffia la schiena scendendo dalla spalla...

il giorno dopo...
m: arry, la tua gatta fa progressi, vuoi che te li racconti?
a: si, certo!
m: allora, prima di tutto devi sapere che ha scoperto il rotolo di carta igienica.
a: lo srotola?
m: si, ma se ne blocco un pezzo... non lo fa più.
a: ah, e poi che altro progresso ha fatto?
m: l'altro giorno mi hai detto che ha imparato a togliere il cappuccio dal tuo spazzolino, solo da quello! ecco, oggi ha imparato a togliere il tappo del dentrificio?
a: ma dai?
m: si, usa l'artiglio opponibile
a: ma tu guarda... uhhh come si è fatto tardi...

5 commenti:

Le1chatnoir ha detto...

La dura vita della convivenza...
^________^

Anonimo ha detto...

;-P
... eh allora è proprio vero che gli animali assomigliano ai loro padroni!!!
d.

Mary ha detto...

un gatto prodigio!
...imparerà anche a scambiarli questi cappucci degli spazzolini!

arry ha detto...

@le1chatnoir: dura vita? ma se sono viziatissimo!!!
@anonimo: si, anche io come la gatta ho imparato fin da piccolo a togliere cappucci e svitare dentrifrici!
@mary: secondo me ha già imparato! ;)

Lele ha detto...

E' quasi piu' dura convivere con un gatto che con una donna...
;-P