4 settembre 2008

Zoe

Bilocale ampio zoo, visto che è il terzo post sull'"ospite".
Le reazioni dei pochi fortunati che l'hanno conosciuta sono state:
- papà l'ha definito simpatico.
- mamma ha grugnito che... massì, dopotutto, è carina. Ma si ha il forte sospetto di una posisione sostenuta per essere notoriamente filocanina.
- amelie, il cane dei miei genitori, è stata esclusa dalla cena di presentazione e quindi non ha espresso un'opinione.
- emme è felicissima. A Sarty mancava una bestiola!

ah, mancano le mie? dunque:
si è aggrappata con le unghie alla tovaglietta della colazione (che per un pendolare è oneshot, non ci sono possibilità di ripreparazione) rovesciandomi il caffè e la tazza piena di latte e cereali.
E' piccola, ma mangia e caca come un leone, per citare aldo giovanni e giacomo.
Ogni tanto rilascia gas così "aromatici" che fanno pensare a qualcosa di morto dentro al gatto da lungo tempo.
Ci si alza prima la mattina perchè Zoe rimane tutto il giorno da sola, vuoi non farla giocare un po'?
Le mie tende sono a rischio continuo di agguato del quadrupede.
Dagli inviti a cena verranno esclusi tutti coloro hanno allergie al pelo.

Quindi la mia posizione si riassume nella seguente, enunciata mentre corro in stazione in ritardo perchè ho dovuto asciugare il caffè e il latte da mezzo soggiorno: "emme, mi sa che ho fatto un affare, con questo gatto".

2 commenti:

Mary ha detto...

Piccola, dolce, morbida e affettuosa... quasi commovente...

è arrivata Zoe: l'arma chimica del futuro.

Ho appena pulito la lettiera.

arry ha detto...

@mary: si, come si dice: sono le cose buone che fanno male...